Logo dopolavoro versalis

Storia del Polo Sociale di Mantova

Che cos’è il POLO SOCIALE? L’idea nasce in seno all’area industriale di Mantova, importante crocevia di esperienze e competenze in vari campi produttivi e professionali, radicate sul territorio e ad esso storicamente legate da una lunga tradizione, che ha permesso lo sviluppo e la valorizzazione di eccellenze in campo scientifico, tecnologico e del cosiddetto “Made in Italy”.

Essa ha contribuito, insieme all’agricoltura e all’arte del Rinascimento, direttrici economiche e sociali di primo piano nella storia di questo territorio, alla valorizzazione di un immenso patrimonio di ricchezza concretizzatosi, nel tempo, in una serie di valori socio-culturali, così integrati tra loro, da costituire la cosiddetta “mantovanità”: un vero e proprio sentimento di identificazione collettiva. Esso nasce dapprima con l’agricoltura e la zootecnia, origine e causa di una tradizione locale del cibo, il quale dai frutti di questa terra ricca di risorse e di biodiversità, ha tratto forza ed ispirazione per una cultura dell’alimentazione interpretata dalla cucina mantovana, al tempo stesso orgoglio della tradizione mediterranea ed emblema di folklore.

L’apice dell’interpretazione intellettuale ed artistica delle risorse del territorio mantovano si colloca in una posizione privilegiata nella storia dell’arte occidentale: l’espressione architettonica della corte rinascimentale dei Gonzaga, pone Mantova, proclamata nel 2008 dall’UNESCO “patrimonio dell’umanità, insieme con Sabbioneta e quest’anno, con lo splendido borgo mantovano di Castellaro Lagusello, lungo un percorso di valorizzazione artistico-scientifica e di visibilità turistica di respiro internazionale. Tutto questo contribuisce alla consapevolezza delle interdipendenze esistenti fra le varie identità storiche, economiche e sociali che Mantova, insieme con l’area industriale e le sue peculiari esperienze, può coniugare in chiave di cooperazione attiva sul territorio.

Esprimere tutta la forza delle persone attraverso lacultura del lavoro e della solidarietà, come strumenti di alta coesione sociale e volano di sviluppo economico può rappresentare, oggi, uno degli strumenti possibili ed efficaci per affrontare il difficile momento di cambiamento economico e culturale. La crisi che duramente colpisce le famiglie, i giovani e l’intera società civile, può essere affrontata se si recupera il valore della solidarietà, nel solco della storia e delle tradizioni locali, che metta insieme l’esperienza dei cittadini, professionisti, lavoratori, giovani ed imprese a beneficio di tutta la società per reinterpretare un futuro di sostenibilità e di aggregazione sociale nel rispetto e nella condivisione delle risorse comuni.

Ma come realizzare questa sintesi di forze comuni in chiave attiva e solidale? Da qui nasce il Polo Sociale: l’insieme di alcune associazioni di volontariato, prive di scopo lucrativo, aventi modalità operative, autonome ed indipendenti, finanziate con i contributi dei lavoratori e di tutti coloro, che come cittadini di Mantova colgono l’urgenza di unire le proprie forze richiamando all’unità solidale produttori, associazioni, istituzioni ed imprenditori locali per un modello partecipato di consumo eco-sostenibile e di accesso economicamente facilitato a servizi, beni e prodotti locali. Tutti possono partecipare, sostenendo individualmente il nostro progetto per garantire a chi non riesce, nelle difficoltà quotidiane ad accedere al bene comune inclusa la cultura, indispensabile ed arricchente tanto quanto un lavoro dignitoso, l’istruzione e l’inclusione sociale.

Operativamente ciò potrà essere realizzato con progetti sul territorio per aiutare le famiglie, i giovani ed i singoli cittadini attingendo alle risorse che i lavoratori stessi, i soci sostenitori, gli sponsor e le organizzazioni private e di volontariato, che vogliono collaborare, intendono destinare per interventi in campo sociale, aggregativo e culturale. Ci è sembrato giusto dare voce a questo spirito di rinnovata creatività a partire dall’anno delle celebrazioni dei Centocinquant'anni dell’Unità d’Italia il 2011 come punto di partenza, perché essa rappresenta simbolicamente, nella varietà delle risorse e delle tradizioni, la massima espressione della cultura e della ricchezza del nostro Paese.

La comunicazione verso tutti attraverso una forma democratica e condivisibile come Internet rappresenta, con la creazione di questo portale, un passaggio fondamentale per condividere una nuova forma di solidarietà attiva, indipendente, inclusiva e politicamente autonoma.

Il Comitato Direttivo

Per informazioni dettagliate per potersi iscrivere al Polo Sociale di Mantova contattattaci:

Polo sociale di Mantova